Uniti contro l'AIDS

Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS

In questa categoria

Ultimo aggiornamento

  • 1 ottobre 2018

Se le proprie cellule possono aiutare a sconfiggere l'HIV

E’ in corso uno studio clinico sperimentale contro l’infezione da HIV basato sull’utilizzo delle proprie cellule immunitarie stimolate a riconoscere le proteine del virus.
I dati preliminari della fase I dello studio, condotto dai ricercatori dell’Università del North Carolina (USA), sono stati recentemente pubblicati sul giornale Molecular Therapy.
Specificamente, lo studio prevede di utilizzare le cellule immunitarie di persone con l’infezione per indurre una risposta immunitaria in grado di combattere ed eliminare la riserva virale nascosta nell’organismo, che è responsabile della persistenza dell’infezione nel tempo.
A tale scopo, in un gruppo di 6 persone, già in trattamento retrovirale, sono stati prelevati i leucociti del sangue periferico (leucaferesi) e i linfociti T espansi in laboratorio dopo essere stati esposti a peptidi virali (piccole parti delle proteine Gag, Pol, Nef di HIV).
Per 2 volte a distanza di 2 settimane, queste cellule sono successivamente state reinfuse nelle persone ed è stata valutata la tollerabilità del trattamento e la generazione di risposta immunitaria contro il virus.
Il trattamento è risultato ben tollerato dalle persone e in un solo caso sono stati riportati effetti collaterali non gravi.
In due casi su 6 è stato riscontrato un aumento della risposta immunitaria contro il virus anche se non sono stati generalmente osservati cambiamenti significativi a carico del numero di cellule infettate dal virus (riserva virale), che probabilmente richiedono un periodo di tempo maggiore e più cicli di trattamento.
Lo scopo della fase preliminare dello studio è stato quello di escludere che il trattamento determinasse effetti dannosi a carico dell’organismo ed è in programma la sua prosecuzione su un numero superiore di persone allo scopo di avere informazioni più attendibili riguardo agli effetti sull’immunità anti-virale e sul decorso dell’infezione.
E’ comunque importante portare avanti la sperimentazione di un approccio innovativo che, mediante l’utilizzo delle proprie cellule, potrebbe potenzialmente portare, congiuntamente alla terapia farmacologica anche alla eliminazione della riserva virale.
caratteri rimanenti: 1500

AVVISO: la pubblicazione del commento è subordinata al rispetto delle Regole per l'inserimento dei commenti. Ai sensi del DLgs 196/03 il vostro indirizzo mail non sarà reso pubblico né utilizzato per fini diversi dalla spedizione della nostra newsletter.

Dichiaro di aver preso visione delle regole

Grazie per aver lasciato il tuo commento

In questa categoria

Ultimo aggiornamento

  • 1 ottobre 2018

Glossario

Telefono Verde AIDS e IST

800 861 061

Servizio nazionale di counselling telefonico sull'infezione da HIV, sull'AIDS e sulle Infezioni Sessualmente Trasmesse

counselling telefonico AIDS, HIV e IST
Non esiste prevenzione senza informazione


Per qualsiasi dubbio rivolgiti al Telefono Verde AIDS e IST, dal lunedì al venerdì, dalle ore 13.00 alle 18.00

Gli esperti rispondono anche in inglese 

Un consulente in materia legale risponde il lunedì e il giovedì, dalle ore 14.00 alle 18.00
 

There is no prevention without information
If you have any doubt, call the AIDS and STDs Helpline
The Service is free and anonymous, active from Monday to Friday from 1 p.m. to 6 p.m.

A legal expert will be available on Mondays and Thursdays from 2 p.m. to 6 p.m.

 

Chiama ora 800861061