Uniti contro l'AIDS

Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS

In questa categoria

Ultimo aggiornamento

  • 6 dicembre 2021

#WAD2021 - non dimentichiamoci dell'AIDS!

Il 1 Dicembre, Giornata Mondiale di Lotta contro l’AIDS, è stata dedicata quest'anno, al tema "End inequalities. End AIDS. End pandemics”. Risulta infatti necessario sottolineare  quanto, anche in un periodo in cui l’emergenza da COVID-19 catalizzi inevitabilmente l’attenzione globale, l’infezione da HIV e l’AIDS continuino a rappresentare una grave minaccia di salute per una rilevante parte della popolazione mondiale.

Secondo una recente pubblicazione dell’UNAIDS, l’agenzia delle Nazioni Unite che gestisce la sorveglianza dell’infezione nel mondo (https://www.unaids.org/sites/default/files/media_asset/JC3032_AIDS_Data_book_2021_En.pdf 
solo per il 2020 si stimano globalmente 1,5 Milioni di nuove infezioni, di cui 150.000 nella fascia di età al di sotto dei 15 anni. Si stimano inoltre 680 000 decessi associati all’AIDS e alle complicazioni dell’infezione. Allo stato attuale, in tutto il mondo vi sono circa 38 Milioni di persone che vivono con l’HIV, di cui quasi 2 Milioni al di sotto dei 15 anni. La gran parte di queste persone vive nell’Africa Sud-orientale (55%), nell’Asia Sud-orientale (15%) e nell’Africa Nord-Occidentale (12%), e meno del 6% nell’Europa Occidentale ed il Nord America. Solo il 73% delle persone con infezione da HIV risulta, nel 2020, in trattamento antivirale, cifra lontana dall’obiettivo del 90% che era stato pianificato dall’UNAIDS. Oltretutto, allo stato attuale, permane una differenza significativa tra la quota di persone in trattamento efficace nei Paesi con maggiore risorse rispetto a quelli in via di sviluppo. Ancora oggi, infatti, la terapia antiretrovirale non è facilmente accessibile in molte aree dell’Africa e del Sudest Asiatico, particolarmente nelle zone rurali o negli agglomerati intorno alle grande città.

Negli ultimi due anni, la pandemia da COVID-19 ha ulteriormente ampliato questo divario, in conseguenza delle consistenti limitazioni ai programmi di sostegno internazionali, al trasporto dei medicinali e agli spostamenti del personale coinvolto in tali attività di sostegno.

L’attuale pandemia sta inoltre assorbendo gran parte delle risorse sanitarie a livello globale, con rilevanti conseguenze sulle opportunità di prevenzione, diagnosi e cura dell’HIV e delle altre infezioni trasmissibili associate all’immunodeficienza ed alla insufficiente alimentazione. Nonostante le difficoltà dell’attuale contesto internazionale sarà opportuno riprendere ed implementare i programmi mirati a contenere la diffusione dell’HIV e a rinforzare, in particolare nei paesi invia di Sviluppo, le strutture dedicate alla prevenzione e cura di questa infezione.

In questa categoria

Ultimo aggiornamento

  • 6 dicembre 2021

Glossario

Telefono Verde AIDS e IST

800 861 061

Servizio nazionale di counselling telefonico sull'infezione da HIV, sull'AIDS e sulle Infezioni Sessualmente Trasmesse

counselling telefonico AIDS, HIV e IST
Non esiste prevenzione senza informazione


Per qualsiasi dubbio rivolgiti al Telefono Verde AIDS e IST, dal lunedì al venerdì, dalle ore 13.00 alle 18.00

Gli esperti rispondono anche in inglese 

Un consulente in materia legale risponde il lunedì e il giovedì, dalle ore 14.00 alle 18.00
 

There is no prevention without information
If you have any doubt, call the AIDS and STDs Helpline
The Service is free and anonymous, active from Monday to Friday from 1 p.m. to 6 p.m.

A legal expert will be available on Mondays and Thursdays from 2 p.m. to 6 p.m.

 

Chiama ora 800861061