Uniti contro l'AIDS

Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS

Ultimo aggiornamento

  • 22 luglio 2014

HIV e trapianto di midollo

Dopo i due casi di temporanea scomparsa dell’ HIV in seguito a trapianto di midollo, riportati nel 2013 in una clinica di Boston (Brigham and Women's Hospital), sono stati recentemente documentati, nell’ambito di un evento associato alla Conferenza Mondiale dell’AIDS di Melbourne, altre due situazioni di soppressione virale in persone HIV-positive sulle quali è stato effettuato un trapianto di midollo.

Le due persone sono state sottoposte nel 2010 e nel 2011 a tale pratica presso l’Ospedale St Vincent’s di Sidney, Australia, in quanto malati di gravi tumori ematologici (Linfoma non-Hodgkin e Leucemia Mieloide Acuta).
A distanza di oltre tre anni, periodo nel quale è stata comunque somministrata la terapia antiretrovirale, non  si è  più riscontrato alcun segno della presenza del virus.

I ricercatori ipotizzano che ciò sia dovuto alla soppressione leucocitaria conseguente alle procedure eseguite per permettere l’attecchimento delle cellule trapiantate e che, in tal modo, possa essere stata eliminata la riserva virologica (virus nascosto nell’organismo).

Questa evidenza scientifica migliora la conoscenza dei meccanismi dell’infezione da HIV e fornisce importanti indicazioni, nonché nuovi spunti di ricerca per trattamenti in grado di eliminare il virus in via definitiva. Tuttavia, il trapianto di midollo è una procedura altamente complessa e che, non raramente, comporta gravi complicazioni e, pertanto, al momento non ne è proponibile l’applicazione a tutte le persone con infezione da HIV.
caratteri rimanenti: 1500

AVVISO: la pubblicazione del commento è subordinata al rispetto delle Regole per l'inserimento dei commenti. Ai sensi del DLgs 196/03 il vostro indirizzo mail non sarà reso pubblico né utilizzato per fini diversi dalla spedizione della nostra newsletter.

Dichiaro di aver preso visione delle regole

Grazie per aver lasciato il tuo commento

Ultimo aggiornamento

  • 22 luglio 2014

Glossario

Telefono Verde AIDS e IST

800 861 061

Servizio nazionale di counselling telefonico sull'infezione da HIV, sull'AIDS e sulle Infezioni Sessualmente Trasmesse

counselling telefonico AIDS, HIV e IST
Non esiste prevenzione senza informazione


Per qualsiasi dubbio rivolgiti al Telefono Verde AIDS e IST, dal lunedì al venerdì, dalle ore 13.00 alle 18.00

Gli esperti rispondono anche in inglese 

Un consulente in materia legale risponde il lunedì e il giovedì, dalle ore 14.00 alle 18.00
 

There is no prevention without information
If you have any doubt, call the AIDS and STDs Helpline
The Service is free and anonymous, active from Monday to Friday from 1 p.m. to 6 p.m.

A legal expert will be available on Mondays and Thursdays from 2 p.m. to 6 p.m.

 

Chiama ora 800861061