Uniti contro l'AIDS

Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS
Uniti contro l'AIDS

In questa categoria

Ultimo aggiornamento

  • 30 luglio 2021

Come va l'andamento delle Infezioni Sessualmente Trasmesse in Italia?

È stato pubblicato sul Notiziario dell’Istituto Superiore di Sanità l’aggiornamento dei dati al 31 dicembre 2019 relativamente alla sorveglianza in Italia delle Infezioni Sessualmente Trasmesse, sulla base dei due Sistemi sentinella.
Le Infezioni Sessualmente Trasmesse 2021
La Sorveglianza attiva di queste infezioni viene regolarmente svolta dal 1991 dal Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità mediante la raccolta ed elaborazione delle segnalazioni di diagnosi clinica provenienti da centri clinici altamente specializzati nella diagnosi e cura delle IST.
Dal 2009 è inoltre attiva la Sorveglianza di laboratorio, che si basa sulle segnalazioni, da parte di determinati laboratori di microbiologia clinica sul territorio nazionale, di nuovi casi di infezione da Chlamydia trachomatis, da Trichomonas vaginalis e da Neisseria gonorrhoeae, a prescindere dalla presenza di sintomi specifici.

Questi Sistemi di sorveglianza sentinella non segnalano la totalità dei casi di IST documentati in Italia, ma garantiscono una valutazione costante ed affidabile della frequenza relativa delle singole IST in relazione ai dati anagrafici ed i fattori di rischio associati.

I dati riportati puntualmente ogni anno e in maniera riproducibile sul territorio nazionale consentono quindi di analizzare nel tempo l’evoluzione delle diagnosi di IST in Italia e di determinare l’impatto relativamente ai fattori socio-anagrafici ed ai comportamenti a rischio infettivo.
Tra gli elementi emersi dagli ultimi dati risulta in particolare che:
  • Dal 2016 al 2019 diminuisce lievemente il numero delle persone con una IST confermata, in particolare le segnalazioni di infezioni tra i maschi che fanno sesso con maschi (MSM);

  • Dal 2000 al 2019 è aumentato comunque del 23% circa il numero di donne a cui è stata posta diagnosi clinica di IST;

  • I casi di clamidia nel 2019 sono risultati in aumento di un terzo rispetto al 2017, soprattutto nella fascia di età tra i 15 e i 24 anni;

  • Negli ultimi anni i casi di gonorrea sono raddoppiati mentre si è avuta una lieve diminuzione dei casi di sifilide primaria e secondaria;

  • Negli ultimi quattro anni si osserva una riduzione del numero di casi di condilomi ano-genitali, probabilmente in relazione all’aumento della vaccinazione anti-HPV in entrambi i sessi;

  • Dal 2000 risulta in notevole aumento il numero di casi di herpes genitale, particolarmente tra le donne;

Questi dati indicano che le IST costituiscono ancora oggi una rilevante problematica sanitaria che interessa sempre di più anche le fasce di età al di sotto dei 25 anni.
Risulta pertanto importante mantenere elevata la consapevolezza del rischio infettivo associato alla sessualità e promuovere adeguate campagne di sensibilizzazione ed interventi di screening con l’ausilio di strumenti, come il web o i social media, che possano raggiungere facilmente ed in maniera immediata tutti i gruppi di popolazione.

In questa categoria

Ultimo aggiornamento

  • 30 luglio 2021

Glossario

Telefono Verde AIDS e IST

800 861 061

Servizio nazionale di counselling telefonico sull'infezione da HIV, sull'AIDS e sulle Infezioni Sessualmente Trasmesse

counselling telefonico AIDS, HIV e IST
Non esiste prevenzione senza informazione


Per qualsiasi dubbio rivolgiti al Telefono Verde AIDS e IST, dal lunedì al venerdì, dalle ore 13.00 alle 18.00

Gli esperti rispondono anche in inglese 

Un consulente in materia legale risponde il lunedì e il giovedì, dalle ore 14.00 alle 18.00
 

There is no prevention without information
If you have any doubt, call the AIDS and STDs Helpline
The Service is free and anonymous, active from Monday to Friday from 1 p.m. to 6 p.m.

A legal expert will be available on Mondays and Thursdays from 2 p.m. to 6 p.m.

 

Chiama ora 800861061